Crea sito

Carciofi alla romana

Carciofi alla romana

Oggi qui sul blog vi propongo una ricetta tipica della cucina romana, i carciofi alla romana.

Nei mesi tra febbraio ed aprile nelle zone di Roma si coltiva una
Varietà di carciofo chiamato“Romanesco”.

Ed è proprio con il carciofo Romanesco che si prepara questo piatto tipico romano, viene condito con una panure di pane, prezzemolo, menta romana e aglio, con aggiunta di sale e pepe,  viene cotto a testa in giù in una pentola alta con olio vino e acqua.

Ora passiamo alla ricetta e vi spiego meglio come realizzare questo piatto anche a casa vostra.

Ingredienti:

  • 8 Carciofi “Romanesco”
  • 240g mollica di Pane
  •  Prezzemolo
  • Menta romana
  • Aglio
  • 1/2 bicchiere di Vino bianco
  • Olio d’oliva
  • Acqua
  • Sale
  • Pepe

Prendete i carciofi, togliete le foglie esterne più dure e tagliate il gambo a circa 5 cm, con i gambi rimanenti puliteli toglendo la parte esterna, infine tagliate la parte superiore del carciofo.

Metteteli poi in acqua fredda e succo di limone, così si evita che diventano marroni.

Una volta pulito tutti i carciofi, scolateli e lasciateli asciugare a testa in giù su di uno strofinaccio pulito.

Aprite delicatamente con le mani i carciofi nella parte superiore in modo che il condimento arrivi fino in fondo.

Ora prepariamo la panure.

In un robot da cucina mettiamo il pane, la menta romana, il prezzemolo e l’aglio.

Azionate il robot da cucina e tritate il tutto fino ad ottenere un composto sabbioso e di colore verde.

Trasferite il composto in una ciotola e condite con sale e pepe.

Ora riempite i carciofi con questa panure.

Una volta riempito tutti i carciofi,  prendete una pentola alta e versate l’olio fino a ricoprire il fondo.

Versate i carciofi nella pentola a testa in giù fino a riempirla.

Prendete i gambi dei carciofi precedentemente puliti e tagliati, adagiateli sopra i carciofi e spolverizzate sopra la panure se vi è avanzata.

Versate il vino bianco e l’acqua nella pentola e cuocete per 35-40 minuti,  fate anche la prova con lo stuzzicadenti, private ad infilzare il cuore dei carciofi e se vedete che il cuore risulti morbido allora i carciofi sono cotti.

Una volta cotti potete servirli caldi o a temperature ambiente.

Spero vi sia piaciuta questa ricetta e proverete anche voi a rifarla a casa vostra.

Come sempre vi ricordo che mi trovate anche sui social sia su Instagram sia su Facebook.

Potete abbinare i carciofi alla romana con la mia arista di maiale.

Saluti da foodcreation.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy