Crea sito

ricetta pasta e patate

Pasta e patate

Oggi vi posto sul mio blog la ricetta della pasta con le patate, un primo piatto di certo non estivo ma sempre buono anche con questo caldo.

Come spiegavo in una precedente ricetta ovvero il contorno vegetariano le patate hanno proprietà energetiche, favoriscono la diuresi, sono benefiche per pelle, ossa e capelli e in più contengono ferro, magnesio e fosforo.

In più ho aggiunto le carote che in estate essendo ricche di beta-carotene aiutano l’abbronzatura e in più sono ricche di sali minerali.

La pasta con le patate è un tipico piatto della cucina campana. Si prepara con la pasta mista, perché anticamente si utilizzavano i vari formati di pasta rimasti in dispensa, si arricchiva il piatto con il lardo o si utilizzava la cotica di maiale, e in fine la “crosta” del parmigiano. La vera pasta e patate deve essere ben asciutta, “azzeccata” in termine campano.

Ora vi propongo la mia ricetta “rivisitata”, una versione semplice ma sempre ottima.

ingredienti

  • 400g pasta
  • 500g patate
  • 2 carote
  • sedano 1 foglia
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 50g passata pomodoro
  • Brodo vegetale q.b.

Prendiamo le patate le peliamo, le laviamo con cura e le tagliamo a cubetti.

Ora ci occupiamo delle carote che andremo a pelare e a tagliare a rondelle.

Prendiamo una casseruola ci mettiamo l’olio e aggiungiamo le patate e le carote insieme.

Facciamo rosolare bene per circa 2 minuti e aggiungiamo il pomodoro.

Mescoliamo bene il pomodoro con le patate e le carote e aggiungiamo 2 mestoli di brodo vegetale fino a ricoprire il tutto.

Ora aggiungiamo il sale, il pepe e il sedano e lasciamo cuocere a fuoco medio.

Una volta che le verdure si sono “ammorbidite” uniamo la pasta, io ho usato dei Ditaloni grandi ma voi potete usare il formato di pasta che preferite.

Facciamo cuocere la pasta a fuoco medio, aggiungendo un mestolo di brodo alla volta,se necessario, a cottura ultimata lasciamo riposare un paio di minuti in pentola di modo che si rapprenda, per essere più cremosa.

A questo punto il piatto è pronto per essere gustato, potete mangiarlo caldo o se preferite farlo intiepidire in modo da mangiarlo anche con questo caldo.

Vi ricordo come sempre che potete contattarmi, lasciando un commento qui nel blog, o sui social che trovate nella pagina contatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy